inside-image

GENESI

Gli oggetti contano più delle relazioni. La dimensione materiale ha preso il sopravvento a scapito della dimensione emotiva e psicologica a cui non siamo stati mai educati. Abbiamo imparato quello che abbiamo imparato dalle relazioni che abbiamo vissuto. Nel bene e nel male, sono le relazioni che ci hanno educato. Se le relazioni contano meno degli oggetti, cosa impareremo e da chi?
Presi dalla “crisi” e dalle leggi di mercato ci siamo distratti dall’etica e dalle leggi morali. Così cerchiamo soluzioni ai problemi sociali e perdiamo di vista quelli individuali, di ogni singola persona.
Se vogliamo soluzioni nuove, oltre a guardare con nuovi occhi, dobbiamo ritrovare il piacere di parlare un’altra lingua. Una lingua che dalla prima persona dell’IO, passando per la seconda persona del TU, arrivi alla prima persona plurale, il NOI.
Dobbiamo imparare nuovamente il linguaggio della relazione sapendo che, proprio nella relazione, l’individuo nasce e si forma. Sapendo che individui sani nascono da relazioni sane e da relazioni sane nascono individui sani.

Chi Siamo

Facilitatori del cambiamento e della crescita organizzativa e personale.
Professionisti nell’ambito della formazione alle persone, della formazione manageriale del coaching e della consulenza di direzione strategica e operativa.
Le persone sono il nostro focus, le arti sono le nostre metafore

Ripensare l’individuo nelle infinite dinamiche di relazione, sul luogo del lavoro e nella vita. Leggere i comportamenti, accompagnare le persone in una presa di coscienza e verso lo sviluppo delle proprie capacità di gestione: dal conflitto al cambiamento, dal lavorare in gruppo all’esporsi in prima persona.
Unire il pensiero alle emozioni, l’azione alla necessità interiore che la anima, questo significa far parte, da protagonisti, del mondo in cui da “attori consapevoli” si agisce nel quotidiano e nella realtà organizzativa.
Far crescere le persone vuol dire per noi far crescere consapevolezza personale e collettiva.

CREO (Comunicazione, Relazioni e Organizzazione) opera per restituire all’individuo e ai gruppi la possibilità di creare relazioni che generino nuova energia. Sentirsi parte di un tutto, parte del problema, parte della soluzione.
CREO: creazione, creatività, nuova vita creata. Ricreazione.
Creare è un verbo che appartiene a tutti, come vivere, ma non tutti se lo danno come possibilità. Piuttosto che vivere spesso adottiamo il verbo sopravvivere. Che, piuttosto che essere qualcosa che sta sopra, è qualcosa che sta sotto. Sotto la possibilità di vivere la propria vita, generandola con le proprie idee ed emozioni. Spesso diciamo se non siamo noi a decidere la vita che viviamo, chi la decide per noi? E se non ora, quando?
CREO si impegna a tracciare percorsi di Consapevolezza che restituiscano a tutti la possibilità di riprendere a creare la propria vita, il proprio percorso professionale, le migliori relazioni possibili.
CREO è per ogni categoria di persone: giovani e meno giovani, occupati e disoccupati, artigiani, professionisti, commercianti, imprese piccole e grandi. Creo è aperta per ognuno di noi.
CREO è un verbo declinato in prima persona ma appartiene a tutti! Come libertà: che spesso perdiamo senza accorgercene scivolando in dipendenze più o meno manifeste.
CREO genera libertà da ogni dipendenza tranne una, che favoriremo in tutti i modi: la dipendenza dalla socialità…
Nelle fattorie per le arti performative Creo accompagna le persone, di qualunque estrazione sociale, qualunque sia l’età, qualunque sia il mestiere che fa. Creo accompagna i gruppi e le organizzazioni nei processi di cambiamento. Creo si rivolge alle persone pensando agli obiettivi. Attraverso le arti, il coaching e la formazione esperienziale sviluppa consapevolezza e stimola la responsabilità individuale verso i risultati.